Categoria: Notizie
Pagina 1 di 9

10 Agosto 2022

Area archeologica sotto la cattedrale di Feltre: visite gratuite il venerdì, sabato e domenica di agosto e a Ferragosto

L’area archeologica sotto la piazza del Duomo di Feltre (Bl), che conserva le testimonianze delle fasi più antiche della città di Feltria, dall’epoca preromana al medioevo, sarà visitabile tutti i venerdì, sabato e domenica del mese di agosto ed anche il giorno di Ferragosto, grazie ai volontari dell’Associazione “Il Fondaco per Feltre” onlus.

Categorie

ArcheologiaNotizie
9 Agosto 2022

Alla scoperta del sito palafitticolo del Laghetto della Costa ad Arquà Petrarca (Pd)

Il Laghetto della Costa, ubicato nel territorio di Arquà Petrarca all’interno del Parco Regionale dei Colli Euganei, è uno specchio d’acqua di formazione naturale, alimentato da sorgenti termali sotterranee. Per l'alto valore storico e naturalistico, dal 2011 l’insediamento del Lago della Costa è stato riconosciuto di interesse comunitario e pertanto inserito nel sito UNESCO “Siti palafitticoli preistorici dell’arco alpino”.

Argomenti

19 Luglio 2022

Portate alla luce sepolture romane a Castellavazzo (Longarone – Bl) durante i lavori sulla Strada Statale 51: in corso studi specialistici e analisi sulle 16 tombe di epoca romana

La datazione delle sepolture, sulla base delle prime osservazioni sulle monete associate e sui materiali di corredo destinati ad accompagnare i defunti nell’aldilà, appare riferibile a due fasi distinte: le tombe ad incinerazione sono preliminarmente collocabili in un periodo compreso tra il I ed il II secolo d.C., mentre almeno alcune delle inumazioni risulterebbero invece più recenti e databili alla fase tardo romana (IV secolo d.C.).

Categorie

ArcheologiaNotizie
15 Luglio 2022

Collaborazione tra Soprintendenza e Carabinieri del Nucleo per la Tutela del Patrimonio Culturale di Venezia per l’attività preventiva di rilevamento e tutela dei beni culturali sommersi della Regione Veneto

Il dispiegamento dei mezzi aerei e dei natanti nei mesi di aprile, maggio e luglio, per complessive 40 ore di navigazione aerea e navale e 12 ore di immersione, hanno supportato l’attività di ricognizione, documentazione fotografica e georeferenziazione delle installazioni oggetto di tutela nonché l’accertamento delle segnalazione giunte alla precipua funzione presso la Soprintendenza da Enti Pubblici e cittadini.

Categorie

ArcheologiaNotizie